Compensazioni crediti INPS e INAIL in F24 – novità dal 1 luglio 2024

Si fa seguito alla circolare del 5 gennaio 2024 “Legge di Bilancio 2024” e si riepilogano di seguito le novità afferenti ai versamenti unitari e alle compensazioni tramite Mod. F24, considerando anche le intervenute modifiche effettuate ad opera del D.L. 39/2024 c.d. “Decreto Agevolazioni fiscali 2024”.

Premesse

La Legge di Bilancio 2024, in parte modificata dal successivo Decreto Agevolazioni fiscali 2024, ha introdotto una serie di rilevanti novità in materia di versamento unitario e compensazione tramite Mod. F24, prevedendo:

1. l’obbligo di utilizzare, per le deleghe di pagamento Mod. F24, esclusivamente i servizi telematici messi a disposizione dall’Agenzia delle Entrate (Entratel o Fisconline) in maniera generalizzata per tutte le compensazioni, sia quelle relative a Mod. F24 con saldo pari a zero che a saldo positivo.

2. l’estensione dell’obbligo di utilizzare per le deleghe di pagamento Mod. F24 esclusivamente i servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate (Entratel o Fisconline) anche alle compensazioni di crediti Inps e Inail.

Tale obbligo si aggiunge a quello già in vigore dal 2020 (risoluzione n. 110/E del 31 dicembre 2019 dell’Agenzia delle Entrate) che prevede che i Modd. F24 vanno obbligatoriamente presentati utilizzando esclusivamente i servizi telematici sopra citati messi a disposizione dall’Agenzia delle Entrate se contengono crediti di imposta in compensazione appartenenti alle seguenti categorie:

• imposte sostitutive,

• imposte sui redditi e addizionali;

• IRAP;

• IVA;

• agevolazioni e crediti d’imposta da indicare nel quadro RU della dichiarazione dei redditi;

• sostituti di imposta (ad esempio rimborsi da assistenza fiscale erogati ai dipendenti, crediti da conguaglio di fine anno, trattamento integrativo etc.)

3. divieto di compensazione per i contribuenti che abbiano iscrizioni a ruolo per imposte erariali e relativi accessori o accertamenti esecutivi affidati agli agenti della riscossione per importi complessivamente superiori a 100.000 euro;

4. la possibilità di utilizzare in compensazione i crediti INPS soltanto a decorrere da specifici momenti differenziati a seconda del soggetto. 

Riferimenti normativi: Legge n. 213/2023 (Legge di Bilancio 2024) e D.L. n. 39/2024 (Decreto Agevolazioni fiscali), D.L. n. 78/2010 e normative collegate.

Scarica la circolare per leggere nel dettaglio le altre novità emerse

Tutte le news mese per mese

Ultime news

Iscriviti alla newsletter

Lascia i tuoi contatti

Ricevi regolarmente le newsletter sulle novità normative in materia di disciplina il lavoro dei diversi contratti nazionali.

     Acconsento al trattamento dei dati come da informativa sulla privacy.

    Iscriviti alla newsletter

    Lascia i tuoi contatti

    Ricevi regolarmente le newsletter sulle novità normative in materia di disciplina il lavoro dei diversi contratti nazionali.

       Acconsento al trattamento dei dati come da informativa sulla privacy.